Dpcm Anti Covid in vigore, misure per gli esercizi commerciali

Aggiornato al 28 Ottobre 2020 > Valido fino al 24 Novembre

Vediamo insieme quali sono le regole più importanti che interessano le attività a contatto con il pubblico in materia di Covid-19, quelle già in vigore e le ultime approvate dal nostro Presidente del Consiglio Conte. Forniremo inoltre soluzioni pratiche per quanto riguarda la segnaletica adesiva e non da esporre.

Passati 6 mesi dal primo lockdown di marzo, dopo la relativa calma estiva, i contagi da Covid stanno nuovamente aumentando e diventa importante essere sempre più attenti alle nuove direttive che il consiglio dei ministri si appresta a varare per cercare di frenarne la crescita.

Vediamo insieme quali sono i cambiamenti che interessano direttamente le attività aperte al pubblico, e quali conseguenze avranno sull’operatività quotidiana.

Novità: regioni e provincie autonome potranno richiedere deroghe

A differenza di quanto stabilito in precedenza, quando si era data maggiore responsabilità ai sindaci, gli ultimi aggiornamenti ci dicono che le regioni potranno richiedere deroghe, solo se supportati da dati e documentazione.

Mascherina sempre più obbligatoria

La prima conferma riguarda la mascherina, che diventa obbligatoria all’aperto anche se non si è in presenza di altre persone. Al chiuso resta l’obbligo quando siamo in presenza di persone non appartenenti al nostro nucleo famigliare.
Da oggi disponibile l’adesivo mascherina obbligatoria anche in spazi aperti.

All’accesso dell’attività sarà sempre più utile segnalare l’obbligatorietà di questo elemento con dei segnali o adesivi “obbligo mascherina”, supportati da una presenza umana che ricordi questa e le altre restrizioni da voi applicate.
La distanza di sicurezza interpersonale resta fissata ad 1 metro (2 metri per le attività sportive all’aperto) e la temperatura corporea accettabile è inferiore a 37,5°.


Vedi i nostri adesivi mantenere la distanza interpersonale
Novità: disponibile l’adesivo misurazione temperatura all’ingresso

Stop a feste e cerimonie

Le statistiche dicono che i maggiori contagi avvengono tra amici e in famiglia, ovverto nei momenti in cui siamo più liberi e meno “attenti” all’adozione di precauzioni.
Il cdm attua un’ulteriore stretta in queste direzioni, bloccando le feste private, che in precedenza erano ammissibili solo con il numero massimo di invitati (30 persone).

Novità: ristoranti e bar chiusi alle 18

Bar e ristoranti che effettuano servizio al tavolo potranno aprire dalle ore 5 in poi e chiudere entro le 18, orario dopo il quale sarà possibile effettuare solo servizio a domicilio e asporto.
Resta il divieto di consumazione sul posto o nelle vicinanze dei locali e c’è un’ulteriore stretta sulle consumazioni all’interno dei locali, dove sono consentite al massimo 4 persone per tavolo.

Novità: disponibile l’adesivo massimo 6 persone per tavolo, personalizzabile.
Novità: disponibile l’adesivo chiusura anticipata con orario, personalizzabile.

All’ingresso dei locali è obbligatorio segnalare il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente all’esercizio.


Vedi il nostro adesivo numero massimo di persone ammesse, e ricorda che il numero è personalizzabile senza nessun costo aggiuntivo, basta indicarlo nelle note d’ordine.

Eccezione per strutture ricettive e attività ristorative in particolari posizioni
Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive per chi alloggia nelle stesse strutture.
Sono aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti. 

Cerimonie con massimo 30 partecipanti
Introdotto un limite anche per il numero massimo di 30 persone che possono partecipare contemporamente ad una cerimonia.

Servizi ristorativi: come affrontare il cambiamento

Le restrizioni causeranno un’ulteriore calo di ricavi per bar e ristoranti, o meglio una riduzione dell’attività ordinaria, che potrebbe essere in parte compensata dall’aumento di forme di consumo differenti come il take away o il food delivery.
Queste possibilità, insieme all’opportunità di variare gli orari di consegna e differenziarli da quelli in vigore normalmente, devono essere segnalate e promosse con ogni strumento, dal sito internet aziendale, ai social, alle segnalazioni in loco, ad esempio attraverso adesivi da mettere sulla vetrina.

Che è titolare di un bar attivo nelle ore serali, potrebbe cercare di attrarre i clienti prima del solito, con promozioni o iniziative particolari, in modo da favorire il consumo anticipato e limitare la perdita di fatturato derivante dalla chiusura anticipata.

Conferma: attività commerciali aperte con ingressi dilazionati

Gli esercizi commerciali possono continuare a svolgere la loro attività, a condizione che rispettino tutte le direttive già in essere e che effettuino controlli all’ingresso in modo da far accedere i clienti in modo dilazionato, per permettere il rispetto del distanziamento interpersonale.


Vedi il nostro adesivo personalizzabile “numero massimo di persone ammesse”
Novità: disponibile l’adesivo “accedere 1 alla volta”.

Sport, palestre e piscine: restrizioni importanti

Novità > Ulteriore stretta.
Si parla di sospensione delle attività di palestre, piscine, centri benessere e termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio, nonché centri culturali, sociali e ricreativi.
Sono ammessi gli sport all’aperto e con distanziamento, anche a livello amatoriale.
Resta il divieto per tutti gli sport di contatto.

Aziende, uffici e smart working

Attualmente chi lavora in ufficio deve portare sempre la mascherina, a meno di essere da solo e in un locale separato.
Non fanno eccezione gli studi professionali, ai quali verrebbe consentita la presenza massima di una persona per ogni stanza.

Tutta la normativa vigente per i luoghi di lavoro resta valida, in particolare in merito alle distanze tra i lavoratori e le cautele da osservare all’ingresso e in postazione.
Queste andrebbero adeguatamente segnalate nella zona di ingresso con segnaletica e adesivi specifici.

Lo smart working, che è stato sempre caldamente consigliato, probabilmente verrà incentivato in maniera più netta.
All’interno di uffici open space o spazi collaborativi, è sempre più utile segnalare le postazioni non utilizzabili con specifici adesivi. Proprio i coworking stanno vivendo un grande periodo, dato che si sono organizzati rapidamente per adottare misure anticovid e sono scelti sempre più spesso anche da dipendenti di aziende che non possono più usufruire dei loro spazi come facevano prima.
L’importante è che tutto venga segnalato e gestito in modo visibile.

Conferma: sagre e fiere vietate completamente

Dopo il semi stop arrivato con il precedente DPCM, adesso si parla proprio di blocco generale.

Confermato lo stop a convegni, congressi ed eventi a finalità professionale
Come per le manifestazioni, per chi opera in questi settori, duramente colpiti dalla pandemia, una strada valida da percorrere per mantenere viva l’attività è lo sviluppo della parte digitale, che potrebbe permettere di favorire i rapporti tra le aziende, generando contatti che potranno rivelarsi utili quando ci sarà una riapertura totale.
Alcuni enti fieristici stanno sviluppando piattaforme di incontro tra le aziende, che mirano a far incontrare i rispettivi attori favorendo collaborazioni e partnership, un po’ come avverrebbe in una fiera normale.

Novità: stop per teatri, concerti e cinema

Sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto.


Vedi i nostri adesivi indicanti “non sedersi qui”
Novità: disponibili gli adesivi indicanti “siediti qui”

Novità: chiuse sale giochi, sale scommesse e sale bingo

A differenza di quanto indicato dal precedente DPCM, queste attività non potranno più restare aperte.

Luoghi di culto e musei restano aperti

A condizione che rispettino tutte le direttive già in essere e che effettuino controlli all’ingresso in modo da far accedere le persone in modo contingentato, tale da permettere il rispetto del distanziamento interpersonale, sia per le visite in piedi, che per le attività da seduti.


Vedi i nostri adesivi controllo temperatura all’ingresso e indossare mascherina
Vedi i nostri adesivi indicanti “non sedersi qui”
Novità: disponibili gli adesivi indicanti “siediti qui”

Siamo arrivati a restrizioni anti Covid-19 molto importanti che ci obbligano a stare nuovamente fermi, almeno per 4 settimane.
In caso di novità o cambiamenti aggiorneremo la pagina di conseguenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *